Tag: Roberto Cagnoli

ROBERTO CAGNOLI

Zeta allora guardava, costruiva oppure immaginava di costruire, voleva vedere dentro per capire com’era fuori. (…) Attento, curioso e vigile sull’intorno: le strade, le case, le persone, e le case lungo le strade e le persone che escono dalle case, e le case sulle strade che portano alle case e le case delle persone che attraversano strade, e via così”. Per il nostro Racconto del Mese, Roberto Cagnoli ci parla delle persone, delle case, delle strade, delle città: delle persone che sono nelle case, delle case che sono nelle strade, della strade che sono nelle città. Delle città che cambiano, si duplicano, si adattano. E delle persone che resistono. Eppure, come le città, cambiano.